Home page

Chi accumula libri accumula desideri; e chi ha molti desideri è molto giovane, anche a ottant’anni.

18 gennaio 2016

Valentine's Day Giveaway - Due chiacchiere con Jenny Anastan


È il turno di Jenny Anastan, autrice di Resta con me. Siete curiosi di saperne qualcosa in più?


1) Che rapporto hai con l'amore?
Sono innamorata dell’amore, di tutte le sue sfaccettature. Per questo amo perdermi nelle pagine dei libri che parlano di “grandi” storie d’amore, o vedere film struggenti. Io, però, non sono molto romantica. Sono una donna più pratica, che non ha bisogno di grandi gesti per capire che il mio lui è innamorato di me. Quindi posso dire che ho un rapporto molto serene con l’AMORE.

2) È stato difficile per te scrivere la storia d'amore del tuo libro? Qualcosa o qualcuno ti ha dato l'ispirazione?
Non è stato per nulla difficile, scrivere di una storia d’amore è la cosa che più prediligo. Ma in fondo tutti i libri girano intorno all’amore. L’amore per un compagno, per un figlio, per un lavoro o per qualsiasi altra cosa. Credo che l’amore stia alla base di ogni cosa. Per quanto riguarda i miei libri, non ho preso ispirazione da niente, mi metto davanti a un foglio bianco e scrivo. Cerco di creare una storia che non sia legata a qualcuno che conosco, perché mi troverei in difficoltà nello spiegare un sentimento che ho visto. Mentre, creare una storia da zero, mi dà meno problemi e molte più soddisfazioni.

3) Come pensi che si siano modificati i rapporti d'amore nel corso del tempo? (puoi anche fare esempi di grandi storia d'amore di grandi classici)
Penso che non sia l’amore a essere cambiato, ma il mutamento delle storie e dei rapporti è dovuto molto all’evoluzione della donna. Nei secoli ci siamo emancipate modificando nettamente gli equilibri delle relazioni d’amore. La cosa divertente è che nei romanzi, invece, le cose sono diverse. Le donne di molti classici datati, risultano più forti e determinate di alcuni romanzi moderni.

4) Come ti sei avvicinato alla scrittura?
Per caso. Quando ho partorito il mio stile di vita è cambiato, passavo molto più tempo a casa. Alla sera leggevo parecchio, un giorno mi sono imbattuta in un sito di Fan Fiction (io sono una fan sfegata della Saga di Potter) e, dopo averne lette molte ho pensato: perché non provarci? Era settembre 2013 quando scrissi la prima Fan Fiction, e nel luglio 2014 ho provato a scrivere qualcosa di originale. Così ho pubblicato su Amazon “Resta con me”.

5) Che tipo di lettore sei?
Sono una lettrice compulsiva. Amo vari generi, forse il mio preferito è il fantasy. E poi leggo veloce, molto veloce. Un romanzo di 240 pagine lo divoro in un paio d’ore… questo mi fa spendere davvero tanti soldi!!!

6) Che messaggio vuoi dare ai lettori che leggeranno il tuo libro?
Nessuno in particolare, io spero solo di dare un po’ di relax. La lettura dovrebbe aiutare a rilassarci, ad avere qualche ora di pura tranquillità, persi in mondi e storie diverse.

7) Hai un tuo rituale di scrittura?
No, nessuno. Di solito scrivo nel poco tempo libero che ho, e con mio figlio che trotterella di qua e di là.

8) Cosa ti ha lasciato questo libro oltre alla soddisfazione di vederlo pubblicato?
La cosa più importante di aver pubblicato “resta con me”, è stata la possibilità di incontrare persone fantastiche: sia lettrici che scrittrici.

9) Una citazione che ami particolarmente (possibilmente d'amore tua o di altri)?
Dove tu sei, quella è casa. Di Emily Dickinson
Questa frase rispecchia ciò che significa per me la parola AMORE.

1 commento:

  1. Bellissima citazione mamma mia davvero si anche per me è vero questa frase rispecchia l'amore quello vero duraturo eterno che ti protegge ti coccola e ti sostiene un nido insomma

    RispondiElimina